lunedì 10 aprile 2017

Le visite di Ra presso gli antichi Egizi

Nella sessione che analizziamo oggi, Ra inizia a descrivere la sua antica interazione con il popolo egizio:

1.5 Intervistatore: Potete darmi qualche ulteriore dettaglio sul vostro ruolo con gli Egizi?
Ra: Io sono Ra. L'identità della vibrazione Ra è la nostra identità. Come gruppo, o ciò che voi chiamereste complesso di memoria sociale, abbiamo preso contatto con un popolo del vostro pianeta che voi chiamate Egizi. Altri provenienti dalla nostra densità hanno preso contatto nello stesso periodo con il Sud America, e le cosiddette “città perdute” sono stati i loro tentativi di contribuire alla Legge dell'Uno.

Piramidi Egizie

Innanzitutto, si tratta della prima occasione in cui Ra utilizza l'espressione “complesso di memoria sociale” (social memory complex, da alcuni tradotto anche come “complesso di memoria collettiva”). Con questo termine si intende un gruppo di anime unificate nella propria coscienza e nella propria evoluzione. La formazione dei complessi di memoria sociale è tipica delle prime fasi della densità dell'amore, la 4D – e pertanto avrà luogo in un futuro non troppo lontano della nostra civiltà – mentre nella densità della saggezza, la 5D, è presente una certa variabilità, in quanto alcune anime preferiscono perseguire le vie della saggezza in forma solitaria, mentre altre continuano a formare delle entità collettive. Sia come sia, all'inizio della 6D tutte le civiltà planetarie tornano ad essere dei complessi di memoria sociale e anche Ra, che è parte di questa vibrazione, non fa eccezione. 
Essendo la 6D la densità dell'Unità mi aspetto che oltre ad una generica connessione di gruppo sia presente un costante sforzo di “essere Uno” con le altre entità del gruppo stesso, fino a perdere progressivamente la caratterizzazione individuale. Non è un caso che in alcuni casi Ra parli in prima persona singolare (io) e in altri parli invece al plurale (noi), senza fare apparentemente alcuna distinzione. La separazione fra il singolo e la totalità è per loro inesistente, e questo si applica anche al modo in cui essi ci osservano come complesso planetario; una delle loro frasi più belle è “servire uno è servire tutti”: siccome Ra ci vede come un'unica entità, prestare assistenza ad un singolo essere umano è come prestare aiuto all'umanità intera, e parimenti nuocere ad un singolo essere umano equivale a nuocere all'umanità intera.

venerdì 7 aprile 2017

Noi siamo Uno. Questa è la nostra natura e il nostro scopo

Riprendiamo il nostro commentario al materiale della Legge dell'Uno con la prima vera e propria domanda posta dal dr. Don Elkins (nelle precedenti puntate abbiamo analizzato la presentazione iniziale che il gruppo di Ra ha offerto ai presenti).

1.1 Intervistatore: Sembra che ogni membro della Confederazione abbia uno scopo specifico. Questo vale anche per voi? E se è così, qual è il vostro scopo?
Ra: Io sono Ra. Ora comunichiamo. Anche noi abbiamo il nostro ruolo. Noi non siamo quelli dell'Amore o quelli della Luce. Noi siamo quelli che sono della Legge dell'Uno. Nella nostra vibrazione le polarità sono armonizzate, le complessità sono semplificate e i paradossi hanno la loro soluzione. Noi siamo Uno. Questa è la nostra natura e il nostro scopo.

Quando Ra afferma “noi non siamo quelli dell'Amore o quelli della Luce” si riferisce al sistema delle densità: la 4D (quarta densità) è la densità dell'Amore o della compassione, mentre la 5D (quinta densità) è quella della Luce o della saggezza. Ra non appartiene a nessuna di queste densità, bensì alla 6D, la densità dell'Unità, nella quale l'amore e la saggezza appresi in 4D e 5D vengono bilanciati fra di loro. Essi possono pertanto affermare di essere “quelli che sono della Legge dell'Uno”, in quanto la loro densità ha alle sua fondamenta il concetto dell'Unità di tutto il creato, che viene espresso dagli esseri che la abitano soprattutto sotto forma di servizio verso gli abitanti delle densità precedenti.
Durante tutte le sessioni del Materiale di Ra è dunque possibile trovare amore e saggezza in abbondanza, come in diversi altri canali, ma la prospettiva è in teoria molto più ampia e bilanciata. I canali focalizzati unicamente sull'amore hanno certamente un ruolo fondamentale nel nostro sviluppo (si tratta della maggior parte delle canalizzazioni positive che vengono ricevute in questa fase storica); tuttavia, il rovescio della medaglia è che, nel caso in cui questo amore non venga bilanciato con la saggezza, c'è il rischio che venga trasmessa una visione eccessivamente ingenua della realtà, che può dare non pochi problemi, soprattutto alle entità molto sensibili. 
Allo stesso modo, i canali che trasmettono unicamente la saggezza senza bilanciarla con l'amore rischiano di essere troppo aridi e privi di compassione nel loro parlare. Per completare il quadro, aggiungerei che entità come Ra che appartengono alla 6D hanno il pregio di bilanciare efficacemente amore e saggezza, ma la prospettiva rischia a volte di divenire talmente avanzata e lontana dal nostro stadio di sviluppo da non essere paradossalmente comprensibile o applicabile da tutti, e quindi di essere in ultima analisi meno utile nel cammino di alcune persone. Questo è il motivo per cui ritengo che ciascun ricercatore spirituale debba farsi guidare unicamente dalla propria bussola interiore, in quanto per diverse persone può risultare utile e comprensibile solo un certo spettro di canali, senza che gli altri messaggi siano per forza errati, ma tuttalpiù non adeguati a quella particolare fase del percorso individuale.


1.1 Ra: […] Siamo da tempo sul vostro pianeta e abbiamo servito con gradi variabili di successo nel trasmettere la Legge dell'Uno, dell'Unità, della Singolarità alla vostra popolazione. Abbiamo camminato sulla vostra Terra. Abbiamo visto i volti della vostra gente. Non è così per molte delle entità della Confederazione. Abbiamo visto che ciò non è stato efficace. Tuttavia, abbiamo sentito a quel punto la grande responsabilità di rimanere, per avere la possibilità di rimuovere le distorsioni ed i poteri che sono stati assegnati alla Legge dell'Uno. Continueremo a far questo finché il vostro ciclo non si sarà appropriatamente concluso. Se non in questo, allora nel prossimo. Noi non siamo parte del tempo e siamo perciò in grado di essere con voi in qualsiasi vostra epoca.
Questo ti dà abbastanza informazioni da cui ricavare il nostro scopo, fratello mio?

La sollecitudine del gruppo di Ra verso l'evoluzione interiore degli abitanti della Terra è dovuta al fatto che il ciclo di 3D sta per concludersi, e il gruppo sente una grande responsabilità verso le condizioni della coscienza collettiva dell'umanità. Il contatto che ha avuto luogo dal 1981 al 1984 non è stato il primo intervento che Ra ha compiuto, seppur in punta di piedi, negli affari terrestri: già 11.000 anni fa il gruppo aveva preso contatto con gli Egizi, ma i loro messaggi non solo non furono compresi adeguatamente, ma furono distorti a tal punto da dare inizio ad uno dei sistemi di controllo più antichi che l'umanità abbia mai sperimentato: quello della divisione fra la classe sacerdotale e il resto della popolazione comune, con tutte le credenze religiose che fanno da corollario a tale divisione. Inutile dire che il dio Ra dell'antico Egitto non ha pressoché nulla in comune con la vera natura del gruppo di Ra di sesta densità. Nelle prossime puntate avremo modo di approfondire ulteriormente la storia del contatto di Ra con gli antichi Egizi e del modo in cui il loro intervento venne incompreso e radicalmente sviato dalle intenzioni originali.
Grazie a tutti per l'attenzione!

* * * *  * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *
Nota per i lettori: Le opinioni espresse in questo commentario corrispondono esclusivamente al punto di vista dell'autore del blog, e vengono offerte per stimolare la conoscenza e per offrire una prospettiva originale sul materiale di Ra. Tali opinioni non corrispondono necessariamente a quelle degli autori originali del materiale stesso, né esiste un'interpretazione “ufficiale” della Legge dell'Uno. Se avete trovato utile questo articolo, vi invito a proseguire la lettura del sito e a condividerne i contenuti con gli amici. In caso contrario, vi esorto a lasciare questa lettura alle vostre spalle senza pensarci due volte. Grazie per aver esercitato in tal modo il vostro discernimento, in qualità di esseri spirituali dotati di libero arbitrio. Tutto è Uno.


Post più popolari